UTILIZZO DELLE PISCINE IN STRUTTURE TURISTICHE-RICETTIVE. ADEMPIMENTI.

...

08/05/2019

I titolari di strutture turistiche-ricettive alberghiere (alberghi, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi dimora storica, residenza d’epoca, alberghi centro benessere) ed extralberghiere (villaggi turistici, campeggi, residenze turistiche o residence, casa e appartamenti per vacanza in forma imprenditoriale, agriturismi, bed and breakfast), per l’utilizzo di piscine private destinate agli ospiti, ai clienti ed ai soci devono presentare dichiarazione di inizio attività di esercizio di piscina alla ASL BR – Dipartimento di Prevenzione (notificheprevenzione.asl.brindisi@pec.rupar.puglia.it) ed al Settore Lavoro e Risorse – Ufficio SUAP Turismo e Terzo Settore del Comune di Cisternino (comune@pec.comune.cisternino.br.it) ai sensi dell’articolo 20 della Legge Regione Puglia 15.12.2008, n. 35 “Disciplina igienico-sanitaria delle piscine a uso natatorio” (B.U.R.P. n. 198 del 19.12.2008.

La mancata comunicazione di inizio attività di piscina comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 500,00 ad € 2.400,00.

Il Settore Lavoro e Risorse – Ufficio SUAP – Turismo e Terzo Settore resta a disposizione per qualsiasi informazione in merito. (tel. 080-4445225 – 080-4445262).