SERVIZI E NEWS NELL’AMBITO BR2, BASTA UN CLICK

...

15/11/2021

Nuovo sito web e una pagina social per i cittadini di Fasano, Ostuni e Cisternino

 

COMUNICATO STAMPA

 

È pronta la nuova “casa” digitale del Consorzio Ciisaf, consorzio per l’integrazione e l’inclusione sociale dell’ambito territoriale sociale di Cisternino, Fasano e Ostuni. È infatti online il sito consorziociisaf.it, portale che contiene tutti i servizi socio assistenziali per i cittadini dei tre comuni. Ma non solo. Da qualche tempo è infatti operativa anche la pagina facebook «Consorzio Ciisaf», uno strumento semplice e immediato per facilitare l’accesso ai servizi e fornire risposte alla continua richiesta di informazione, consultazione e partecipazione degli utenti.

Dal sito web o attraverso la pagina social, sarà quindi possibile, ottenere informazioni su una serie di servizi offerti dall’ambito BR2 tra i quali:

  • Servizio PUA e Segretariato Sociale
  • P.I.S. Pronto Intervento Sociale
  • P.I.S.S. Pronto Intervento Sociale Stabile
  • Sportello Immigrati
  • Centro servizi per le famiglie
  • Servizio Affido

 

«Mi rende orgogliosa avere la possibilità di presentare tutto  l’importante lavoro che con lungimirante impegno siamo riusciti a costruire fino ad ora – ha commentato Marisa Santamaria, direttore del Consorzio Ciisaf – la pandemia ci ha ricordato quanto sia fondamentale utilizzare in modo consapevole e responsabile la tecnologia e abbiamo voluto rispondere a queste esigenze partendo da una progettualità che abbiamo prima sperimentato e fatto nostra e solo successivamente voluto rendere fruibile a tutti.  La tecnologia è oramai parte del nostro quotidiano, serviamocene per ampliare una platea in grado di creare un rinnovato senso del Servizio sociale che sia prodromo di maggior benessere per tutti». Anche il sindaco Guglielmo Cavallo, presidente dell’Assemblea dei sindaci ha espresso la propria personale approvazione verso l’iniziativa tecnologica condivisa dal Ciisaf - «La creazione di uno spazio virtuale senza confini, liberamente accessibile da chiunque, ha originato un nuovo centro di aggregazione di interessi che supera e rompe il modello statuale classico caratterizzato da territorio, popolo e sovranità e in questa nuova forma siamo pronti ad ascoltare la cittadinanza e a offrire risposte ai loro bisogni».