CISTERNINO PLASTIC FREE - DISPOSIZIONI PER LA MINIMIZZAZIONE DEI RIFIUTI

...

30/04/2019

INCREMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E LA RIDUZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE. DIVIETO DI USO DEI CONTENITORI E DELLE STOVIGLIE MONOUSO IN PLASTICA

Il Sindaco con Ordinanza n° 50 del 30 aprile 2019

ORDINA

  • al fine di consentire l’esaurimento delle scorte e dei depositi di magazzino dei prodotti oggetto di divieto della presente ordinanza, a decorrere dal 01/07/2019 su tutto il territorio comunale, comprese le contrade e la frazione di Casalini, agli esercenti pubblici, alle attività commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande, nonché alle organizzazioni turistiche anche esterne al Comune di Cisternino (tour operator, agenzie di viaggio, etc.) che nell’ambito della loro organizzazione forniscono ai loro clienti dotazioni mono uso per la consumazione, sul territorio comunale di Cisternino, di pasti e bevande, di distribuire agli acquirenti esclusivamente posate, piatti, bicchieri, vassoi, paline per il caffè, contenitori per l’asporto di cibi, sacchetti monouso (shoppers) in materiale biodegradabile e compostabile, conformi agli standard indicati dalle norme UNI EN13432 e UNI EN 14995;
  • ai commercianti, ai privati, alle associazioni e agli enti pubblici, in occasione di feste pubbliche e sagre, di distribuire al pubblico, ai visitatori, ai turisti ed agli ospiti, esclusivamente posate, piatti, bicchieri, vassoi, paline per il caffè, contenitori per l’asporto di cibi, sacchetti monouso (shoppers) in materiale biodegradabile e compostabile, allo scopo di minimizzare la quantità di rifiuti e l’impatto ambientale.

A V V E R T E

che ai trasgressori della presente ordinanza, salvo che il fatto sia previsto dalla legge come reato, o costituisca più grave illecito amministrativo, sarà comminata una sanzione pecuniaria da €. 25,00 (euro venticinque/00) ad € 500,00 (euro cinquecento/00) ai sensi dell’art. 7-bis del D. Lgs. 267/2000 I trasgressori del suddetto obbligo sono ammessi al pagamento in misura ridotta, da effettuarsi entro 60 gg. dalla contestazione immediata della violazione o dalla notificazione della violazione, ai sensi dell’art.16 della L. 689/81.

Qualora il trasgressore sia un esercente commerciale che incorra più di due volte nella violazione della presente ordinanza nell’arco di sei mesi, si procederà, oltre ad irrogare la sanzione amministrativa nella misura massima, anche alla sospensione temporanea dell’attività commerciale di vendita per almeno giorni 7.

Nel caso di esercenti delle attività di somministrazione con occupazione di suolo pubblico, saranno comminate le sanzioni del relativo regolamento di occupazione.

A V V I S A

Il Comando di Polizia Municipale e tutte le Forze di polizia sono incaricate di fare osservare la presente Ordinanza e dell’applicazione delle sanzioni previste a carico dei trasgressori;

Ai sensi dell’art.3, quarto comma, e 5, terzo comma, della L.241/90 così come integrato dall’art.21 L.15/2005, si informa che responsabile del procedimento è il responsabile del IV settore e che contro la presente è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, entro 60 giorni dalla pubblicazione, o in alternativa, entro 120 giorni dalla pubblicazione, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

 D I S P O N E

che la presente ordinanza sia resa nota:

  1. a mezzo pubblicazione all’ Albo Pretorio e pubblicazione sul sito internet di questo Comune;
  2. trasmessa alla Prefettura di Brindisi, al Comando Provinciale dei Carabinieri, al Comando Provinciale della Guardia di Finanza, alla ditta Gial Plast Srl;
  3. trasmessa a  mezzo SUAP a tutti i pubblici esercizi, gli esercizi di vicinato, medie e grandi strutture di vendita, attività artigianali, associazioni organizzatrici delle varie manifestazioni gastronomiche.