Auguri di Pasqua del Sindaco

...

13/04/2020

MESSAGGIO DI AUGURI NEL GIORNO DI PASQUA AI CONCITTADINI DA PARTE DEL SINDACO LUCA CONVERTINI

Cari Concittadini,

ringrazio Don Carmelo che mi offre questa possibilità di essere presente con lui in questa chiesa per la funzione della Pasqua nel rappresentarvi tutti, cosi come ho fatto poco fa per un ricordo dei nostri cari defunti, al cimitero. Una presenza con animo e spirito rivolti al Signore.

Quotidianamente nel segnalarvi le informazioni sulla diffusione del Coronavirus nel nostro comune, lo faccio con la speranza di alleviare le vostre preoccupazioni, vi invito a seguire le norme igienico sanitarie e restare a casa quale arma più efficace contro questa emergenza.

Oggi è Pasqua​e con il cuore mi rivolgo a voi che siete a casa e che dovete condividere a distanza le festività pasquali con i vostri cari. Il mio augurio in questo momento non è sereno, è triste ma ricco di tanta speranza, è un momento molto difficile per tutti noi e in qualche modo cerchiamo di resistere e avere tanta pazienza consapevoli che il coraggio e  la forza per affrontare tutto questo non ci mancherà.​

Conosco il dolore dei familiari che hanno un loro caro colpito da questo virus e come persona e Sindaco sono molto vicino a loro e ai loro familiari; ancor di più a chi ha perso il loro caro. Sono anche vicino a tutti coloro che in questo periodo hanno un lutto enello sconforto più totale non hanno la possibilità di dare l’ultimo saluto ai propri cari e non hanno potuto regalare un ultimo tenero sguardo quale ultimo atto d’amore.

Questa Pasqua che dovrebbe essere un momento di gioia, un momento per trascorrere all’aria aperta con una primavera appena iniziata e con la natura in fiore ci costringe a essere tutti impegnati a superare questa terribile situazione e a guardare con ottimismo al futuro, per chi crede alla rinascita alla vita in Cristo Signore. Ci viene chiesto uno forzo gigantesco, ma se vogliamo rispettare la vita di tutti e ritrovare il gusto di stare insieme, dobbiamo mantenere i nervi saldi e sottostare alle regole che ci vengonodate.

Penso ai tanti bimbi che con tristezza non potranno vedere i cuginetti, gli zii, i nonni, gli amici e fare festa tutti insieme,   ma quest’anno è improntante restare a casa e non spostarsi. 

Gli effetti delle restrizioni stanno dando i loro risultati nel diminuire i contagi e conseguentemente ridurre i ricoveri e il dolore,   ma dobbiamo restare ancora vigili e attenti.

Consentitemi in questo momento in cui vogliamo farci tutti gli auguri, di ringraziare ancora una volta tutti coloro che in questo momento si stanno prodigando nel gestire questa emergenza, 

un grazie ai tanti volontari delle Protezione Civile, della Croce Rossa, dell’Unitalsi, della Caritas delle parrocchie di Cisternino e Casalini, dei Salesiani, del filo d’argento, del Controllo del Vicinato, di Meteo Valle d’Itria, che insieme a noi stanno distribuendo generi alimentari, farmaci, mascherine; 

un grazie ai nostri meravigliosi giovani del volontariato civile che anche oggi sono lì al COC a ricevere le telefonate di chi ha bisogno nella nostra comunità; 

un grazie agli insegnanti che sono riusciti a riconvertire la loro didattica utilizzando sistemi telematici per istruire i cittadini del nostro futuro, 

un grazie alle tante forze dell’ordine che in questo momento vigilano affinché si rispettino le ordinanze emanate, 

un grazie particolare agli uomini e alle donne della nostra polizia locale, ai nostri dipendenti comunali che in questo momento assicurano le attività necessarie. 

Un grazie a tutti coloro che nell’anonimato offrono qualcosa, generi alimentari, contributi economici e ai tanti esercenti commerciali che hanno attivato una vera e propria gara di solidarietà nel nostro comune.

Un grazie ai miei collaboratori, assessori e consiglieri tutti che in questo momento stanno lavorando per fare in modo che l’organizzazione della emergenza sia efficace ed efficiente. 

Infine un grazie alla mia famiglia e a mia moglie che in questo momento avrebbero voluto vedermi più presente vicino al loro ed invece mi vedono costretto a coordinare tutta l’emergenza per il bene dell’intera collettività.

Ce la dobbiamo fare e insieme ce la faremo; 

la sorpresa più bella che vorremmo trovare nell’uovo di Pasqua del 2020 è quella della fine di questo incubo e l’inizio di una nuova fase, dove tutti noi ci dovremo sentire migliori. 

Non perdiamoci d’animo, affrontiamo il futuro con energia, lo dobbiamo ai nostri figli,  la speranza e la fede in Dio non muoiono mai. 

Cari Concittadini, 

con tutto il cuore desidero augurarvi una Santa e Buona Pasqua, una Risurrezione anche nostra.

Cisternino, 12/04/2020​

 

Il Sindaco 

Dott. Luca Convertini